Archives

, , Posted by on

Festa di SS Filippo e Giacomo (Salento)

Festa di SS Filippo e Giacomo (Salento)

Maggio Data: 01/05
Comune: Diso
La Festa patronale dedicata ai Santi Filippo e Giacomo è uno spettacolare esempio di devozione dei fedeli nei confronti dei propri Santi Patroni. diso santi filippo e giacomo illuminarie
Ogni anno, il 1° maggio Diso, un piccolo paesino dell’entroterra sud salentino, situato nei pressi di Castro, offre uno spettacolo di riti sacri e profani in grado di stupire e carpire l’interesse degli adulti così come quello dei più piccoli.
Storicamente la cittadina è legata ai Santi Patroni e ad essi devota. Sebbene già a partire dal 1889 a livello internazione è stato stabilito che il 1° maggio è la giornata dedicata alla festa del lavoro e pertanto questo rappresenta un giorno di festa nazionale e internazionale, la devozione degli abitanti di Diso non ha vacillato nemmeno per un istante e mentre tutta la comunità festeggia il lavoro e i lavoratori, a Diso si festeggiano i Santi Patroni.
Probabilmente anche per evitare l’accavallarsi di festività importanti e di origine diversa, con il passare del tempo, le celebrazioni liturgiche in onore dei due Santi Patroni hanno subito delle variazioni, essendo state spostate dapprima all’11 maggio e poi definitivamente al 3 maggio. Ciò nonostante gli abitanti più devoti e fedeli considerano ancora il 1° maggio festa patronale, così come comanda la tradizione.
Le tradizioni popolari locali testimoniano un forte attaccamento della popolazione ai Santi e ai personaggi sacri, soprattutto ai Santi Patroni.
I Santi Patroni hanno sempre rappresentato un valido interlocutore diretto per il popolo sofferente e per il contadino che a volte chiedeva la grazia per un ricco raccolto, altre volte chiedeva semplicemente che la salute accompagnasse lui e la sua famiglia nel corso degli anni. E così le mogli chiedevano un matrimonio ricco di prole, i mariti la capacità di sostentamento della numerosa famiglia e se veniva qualche carestia in ogni caso ci si votava ai Santi per ottenere la grazia.
In un’epoca in cui anche la routine era assai difficoltosa e tutt’altro che goliardica, i cittadini offrivano ai Santi quanto più possibile, garantendo, quanto meno, dei ricchi festeggiamenti durante la ricorrenza. Ciò non deve stupire perché, in fondo, questi fastosi festeggiamenti altro non rappresentano che la ovvia evoluzione dei sacrifici offerti agli dei in epoca arcaica.
Ma se tutto ciò non stupisce, certamente lascia attoniti la caparbietà dei Disini e la loro voglia di continuare la tradizione, offrendo ai Santi Patroni Filippo e Giacomo dei festeggiamenti che probabilmente sono tra i più ricchi nel territorio regionale.
Luminarie, spettacoli pirotecnici e concerti bandistici animano le serate della primavera disina, in onore di festeggiamenti che, tra cerimonie sacre e riti profani, partono addirittura dalla seconda metà di aprile. A partire dal 21 aprile, infatti, le statue dei Santi vengono esposte per l’adorazione ma solo il 3 maggio, a conclusione del periodo loro dedicato, le statue verranno portate in processione e i festeggiamenti culmineranno in uno spettacolo inenarrabile.
L’intero paese si trasforma in un palcoscenico, allestito grazie ai fedeli che si riuniscono in comitato e si occupano dell’organizzazione dei festeggiamenti durante tutto il corso dell’anno.

, , Posted by on

Sagra della “friseddhra” – Marittima (Salento)

1° decade di agosto – Sagra della “friseddhra” – Marittima.

SAGRA DELLA FRISEDDHRA A MARITTIMA

Il consumo di piatti tipici è molto spesso legato alle festività che il territorio offre affinché si promuovano e si gustino i prodotti genuini e sani del Salento. Una di queste riguarda la rinomata “Sagra della Friseddhra”, che si tiene nella località di Marittima nella prima decade di Agosto. Giunte nella nostra terra tramite i primi navigatori greci, le friseddhre sono divenute negli anni scorsi il simbolo del pasto frugale del contadino che, durante le stagioni estive era solito trasferirsi nei campi per coltivare i suoi prodotti. Non potendo disporre di pane fresco quotidianamente, si ricorreva all’alternativa della friseddhra. La ricetta tradizionale prevede un tipo di condimento semplice e veloce: pomodorini, un filo d’olio extravergine di oliva, sale ed origano. Tuttavia, durante la sagra, si è soliti rivisitare l’originaria ricetta, variando gli ingredienti a seconda dei propri gusti: capperi, mais, tonno e rucola possono soddisfare pienamente il palato di tutti. Oltre alla friseddhra, sono vari i prodotti tipici che ognuno può degustare ed assaporare: frutta, dolci e vino serviti in grandi quantità a grandi e piccoli. La festa di Marittima assume caratteri fantasiosi e bizzarri grazie alla presenza di musica e danze, luci e stand che fanno da cornice, impreziosendolo, all’evento.

, Posted by on

Festa della “Luggiana” – Marittima – Diso (Salento)

29 luglio – Festa della “Luggiana” – Marittima (Diso).

FESTA DELLA LUGGIANA A MARITTIMA
A cavallo tra il mese di Luglio ed Agosto, la marina di Marittima si vede protagonista di una delle sagre più invitanti e frequentate di tutto il Salento. Si tratta della rinomata festa della Luggiana, che prevede la presentazione di tutti i piatti tipici della tradizione locale: ortaggi e verdure di ogni genere, legumi, fave e cicorie, erbe aromatiche, ma anche fagioli, trippa, dentice condito con olive nere, i noti pezzetti di carne di cavallo ed infine le cozze pescate direttamente dai nostri pescatori. Tutto perfettamente amalgamato in un mix di sapori e colori mediterranei. Il Salento da sempre fonda la sua cucina su piatti semplici, umili e molto poveri. La qualità e le genuinità dei prodotti della terra conferisce al piatto un sapore ancor più eccezionale. L’ottima fama dell’enogastronomia salentina ha raggiunto il resto delle regioni italiane ma anche internazionali. La pasta fatta in casa, la minestra di legumi e i piatti di pesce attirano in massa turisti e non. Folklore, arte culinaria, usi e costumi racchiusi e concentrati in questo unico evento: qui la folla si accalca dinanzi ai numerosi stand che preparano sul momento i piatti e le ricette da proporre ed offrire a chiunque ne volesse.