Archives

, , Posted by on

Sagra dell’insalata grika – Martignano – Otranto (Salento)

08 Luglio Sagra dell’insalata grika

SAGRA DELL’INSALATA GRIKA E DELLA SALSICCIA

Ogni anno il Comune di Martignano diventa il protagonista di un evento popolare di grande importanza nel Salento: si tratta della famosa Sagra dell’Insalata Grika e della Salsiccia. L’evento, giunto ormai alla sua XXII edizione, si pone come primo obiettivo quello di rafforzare il legame con il proprio territorio e con i suoi prodotti. La sagra prevede la degustazione della salsiccia alla brace e dell’insalata grika, molto nota per la varietà di ingredienti presenti all’interno: pomodori, cetrioli, peperoni, cipolla, peperoncino piccante, rucola selvatica, olive nere, capperi, origano e l’immancabile cacio ricotta. Il tutto amalgamato con olio extravergine d’oliva. L’insalata Grika si presenta come un piatto fresco e molto apprezzato dalle folle di turisti che ogni anno, in questa occasione, si riversano tra le strade di Martignano. Esso richiama i tempi lontani dei nostri contadini e della tradizione culinaria salentina. Nel corso della Sagra è inoltre possibile degustare altre specialità gastronomiche locali. Non mancano le classiche “pittule”, i “pezzetti di carne di cavallo”, le bruschette con sarde e ricotta schianta, i “minchiareddi”, i panzarotti e le “friseddhe”. Un miscuglio di prodotti, profumi e sapori mediterranei che consentono di fare un tuffo in un passato che oggi rivive in questo evento. La Sagra dell’Insalata Grika e della Salsiccia riscuote grande successo anche per il tipo di intrattenimento offerto: musica e danze popolari come la pizzica affascinano soprattutto i visitatori ed i turisti che non conoscono la storia dei nostri luoghi. Ciò permette di entrare in diretto contatto con le radici e l’identità salentina, fatta non soltanto di cibo ma anche di usi, costumi e folklore.

, , Posted by on

La Notte Rosa – Otranto (Salento)

NOTTE ROSA OTRANTO

In data 19 Luglio a Otranto

NOTTE ROSA OTRANTO

Da qualche anno a questa parte la Città di Otranto organizza una delle manifestazioni più interessanti e singolari: la cosiddetta Notte Rosa. La particolarità di questo evento sta nel fatto che le protagoniste assolute ed indiscusse di questa notte siano proprio le donne. Dunque una vera e propria manifestazione dedicata al fantastico mondo femminile, come si evince dalla stessa denominazione data alla festa. Essa si svolge nel cuore del centro storico di Otranto con una serie di attività che attirano senza mai annoiare i partecipanti. Si assiste a spettacoli di vario genere e natura, a momenti di riflessione e approfondimento su alcune tematiche scottanti ed attualissime, a musica e danze, ad esposizioni e rassegne culturali. La formula innovativa e vincente di questa Notte Rosa ha consentito di creare anche completi itinerari artistici e raffinati, legati al mondo della moda e del teatro. Un viaggio in quella che è la vita e la complessità di una donna, essere sublime che in questo evento in particolare, ha la possibilità di esprimersi al meglio in tutta la sua bellezza. La manifestazione nasce non soltanto a scopo ricreativo ma con la consapevolezza della necessità di superare quella visione della donna del passato. La Notte Rosa si svolge nella seconda metà del mese di giugno ed attira un gran numero di turisti e di abitanti locali, lì riuniti per la stessa causa.

, Posted by on

Festa della “Luggiana” – Marittima – Diso (Salento)

29 luglio – Festa della “Luggiana” – Marittima (Diso).

FESTA DELLA LUGGIANA A MARITTIMA
A cavallo tra il mese di Luglio ed Agosto, la marina di Marittima si vede protagonista di una delle sagre più invitanti e frequentate di tutto il Salento. Si tratta della rinomata festa della Luggiana, che prevede la presentazione di tutti i piatti tipici della tradizione locale: ortaggi e verdure di ogni genere, legumi, fave e cicorie, erbe aromatiche, ma anche fagioli, trippa, dentice condito con olive nere, i noti pezzetti di carne di cavallo ed infine le cozze pescate direttamente dai nostri pescatori. Tutto perfettamente amalgamato in un mix di sapori e colori mediterranei. Il Salento da sempre fonda la sua cucina su piatti semplici, umili e molto poveri. La qualità e le genuinità dei prodotti della terra conferisce al piatto un sapore ancor più eccezionale. L’ottima fama dell’enogastronomia salentina ha raggiunto il resto delle regioni italiane ma anche internazionali. La pasta fatta in casa, la minestra di legumi e i piatti di pesce attirano in massa turisti e non. Folklore, arte culinaria, usi e costumi racchiusi e concentrati in questo unico evento: qui la folla si accalca dinanzi ai numerosi stand che preparano sul momento i piatti e le ricette da proporre ed offrire a chiunque ne volesse.

, Posted by on

Festa di San Trifone Alessano (Salento)

28-30 luglio – Festa di San Trifone Alessano Salento.

Dal 28 al 30 Luglio si svolge al Alessano in provincia di Lecce splendido paese del Salento la tradizionale festa in onore del santo patrono “San Trifone”, divenuto protettore del paese da quando nel 1545 e nel 1647 per sua intercessione i campi  intorno al paese furono liberati da sciami di cavallette.

Durante questi giorni il paese di Alessano è illuminato da bellissime luminarie e nelle serate si possono ascoltare vari gruppi musicali e la sera della festa il tradizionale concerto bandistico. Inoltre al Alessano come tradizione la mattina del 30 Luglio si svolge la tradizionale fiera mercato.

, , Posted by on

Festa di Santa Cristina – Gallipoli (Salento)

23-26 luglio – Festa di Santa Cristina – Gallipoli.

FESTA DI SANTA CRISTINA A GALLIPOLI
Religione, folclore e manifestazioni popolari caratterizzano la rinomata festa di Santa Cristina che si svolge tra il 23 ed il 25 luglio a Gallipoli. Durante i festeggiamenti ci si imbatte in un continuo gioco di luci che pervadono vivacemente il lungo Corso Roma e tradizione vuole che i più forti e vigorosi della città partecipino alla famosa “Cuccagna a mare” che consiste nell’arrampicarsi su un palo unto di grasso a ridosso di un peschereccio, fino a raggiungerne la più alta estremità. La storia di Santa Cristina affascina e colpisce da sempre gli abitanti di Gallipoli. Nata in una famiglia pagana, la Santa si convertì alla volontà di Dio grazie agli insegnamenti dottrinali di una sua ancella. Questa fede tanto forte e sentita la portò a sfidare la sua famiglia per volere del Signore e a subire continue violenze da parte del padre, contrario alla sua decisione. Nel 290 d.C. venne brutalmente uccisa a frecciate nell’anfiteatro romano. Il culto di Santa Chiara da parte dei gallipolini ebbe inizio dopo aver assistito ad un evento miracoloso. La leggenda narra del sogno di Suor Pirelli, dell’ordine delle Clarisse, nel quale le appariva una fanciulla vestita di bianco che colpiva con un bastone un cane, facendolo annegare nelle acque del mare. In realtà si trattava di Santa Cristina che affondava la pestilenza nel mare gallipolino. Questa profezia si avverò quando l’epidemia colpì i paesi vicini ma non Gallipoli. La statua che si vede oggi durante la processione rappresenta la Santa con accanto un cane, in ricordo di quanto accadde.

, Posted by on

Sagra della Puccia – Ugento (Salento)

27 luglio – Sagra della Puccia – Ugento – Salento

Durante l’estate il Salento si accende di musiche e danze antiche e tutti si lasciano trasportare da quest’aria di festa continua. Attrazioni principali durante le calde serate salentine sono le sagre, nelle quali i turisti e non solo hanno la possibilità di assaporare le più tradizionali pietanze salentine. Il 27 Luglio si svolge ad Ugento la sagra della puccia. La puccia è un tipico prodotto da forno, paragonabile ad un gran panino da tagliare e da condire a proprio piacimento con i nostri cari prodotti salentini.

, Posted by on

Sagra dei piatti tipici – Patu’ (Salento)

18 luglio – Sagra dei piatti tipici – Patù.

A Patù un piccolo paese dell’ entroterra salentino il 18 Luglio si svolge da ormai vari anni la sagra dei piatti tipici . In questa sagra, ogni anno arricchita da vari stand gastronomici i turisti potranno assaporare i prodotti più tipici del nostro amato Salento, quali: La Taieddha, ciceri e tria, le fraseddhe… ecc…

Da non perdere!

, Posted by on

Fiera e Festa di Santa Marina – Ruggiano -Salve (Salento)

16-17 luglio – Fiera e Festa di Santa Marina – Ruggiano (Salve) SALENTO.

A Ruggiano, piccola frazione di Salve, paesino del basso Salento, il 16e 17 Luglio si festeggia Santa Marina. Per questa festa arrivano pellegrini dai paesi vicini anche a piedi come antica tradizione. Il 17 Luglio mattina si svolge la tradizionale fiera mercato per le vie di Ruggiano, mentre le sere del 16 e 17 il paese è animato da canti e balli popolari, e sul tardi la sera della festa si possono ammirare i fuochi pirotecnici in onore della Santa.

, Posted by on

Festa della Madonna del Carmine – Presicce (Salento)

16 Luglio – Festa della Madonna del Carmine – Presicce (SALENTO).

Chiesa del Carmine e convento

Nella giornata del 16  Luglio a Presicce si festeggia la Madonna del Carmine. 16 Luglio - Festa della Madonna del Carmine - Presicce (SALENTO)

 

Fra le feste piu’ importanti di Presicce, piccolo paese del salento, dopo la festa di S.Andrea protettore del paese che si svolge a Novembre, il 15 e 16 Luglio si festeggia la Madonna del Carmelo. In questi due giorni Presicce è illuminato da fantastiche luminarie, che rendono il paese ancora più affascinante. La festa si sviluppa in due giorni, la sera del 15 Luglio si da inizio con la solenne processione che porta per le vie del paese la Santa.Una volta terminata la processione si da inizio alla festa civile, con musiche e canti tipici del nostro Salento. La mattina del 16 le vie di Presicce sono prese d’assalto dai turisti per la grandissima fiera mercato, la sera nuovamente danze e canti e a mezzanotte da non perdere lo spettacolo pirotecnico. Continue reading

, Posted by on

Festa della Madonna del Carmine – Gallipoli (Salento)

15-16 luglio Festa della Madonna del Carmine – Gallipoli.

FESTA DELLA MADONNA DEL CARMINE DI GALLIPOLI
Di eccezionale importanza nell’immaginario collettivo della città di Gallipoli è la festa della Madonna del Carmine, che si celebra nei giorni del 15 e del 16 Luglio. L’origine del culto si radica in tempi molto lontani ed esattamente a ridosso del IX secolo a.C., in seguito alla visione della Vergine da parte di Elia, primo profeta di Israele, sul Monte Carmelo. Gli abitanti di Gallipoli serbano ancora quanto gelosamente tramandato di generazione in generazione dalla tradizione orale: il racconto di una visione secondo la quale la Madonna salvò Israele da una devastante siccità. La grande devozione di Gallipoli verso la stessa ha portato all’erezione di numerose chiese e cappelle in onore di Maria, tra cui la Chiesa del Carmine di Gallipoli oggi sede della Confraternita di Maria Santissima del Monte Carmelo e della Misericordia, situata nel centro storico della località. In occasione di questa festa, la popolazione tutta si riunisce in preghiera attorno alla piccola struttura, in attesa della celebrazione della funzione religiosa e della processione. A conclusione di essa, seguono i consueti festeggiamenti.